Cosa ti rende felice?

cosa ti rende felice.jpg“Mai una gioia” ahahah ormai lo dicono tutti! Vai controcorrente: inizia ad interrogarti su cosa ti dà gioia!

Beh… domanda difficile per quel che mi riguarda, chiedo un po’ di aiuto ai miei riferimenti bibliografici 😉

Cosa ci rende felici? Quando siamo felici? Riusciamo a provare soddisfazione, benessere e piacere nel momento in cui li stiamo vivendo?

Difficilmente siamo consapevoli di provare della felicità se non sappiamo cosa sia… come la vedi?

Ti è mai capitato di sederti sul divano, alla sera, e provare una piacevole sensazione di soddisfazione? O al contrario un senso di ansia e qualche  palpitazione… ma in entrambi i casi non sai bene perché tu stia provando tutto questo?

Kahneman, nel 2004, ha provato a dare una risposta a tutti questi interrogativi, ed ha svolto una ricerca finalizzata ad aumentare la consapevolezza degli stati emotivi nei partecipanti: se pensi a come una situazione ti faccia sentire capisci cosa ti piace e cosa no, cosa ti rende felice e cosa no, quali esperienze desideri ripete e quali abbandonare. Sembra semplice, anzi ovvio, ma quanto in realtà ognuno di noi si interroga sui propri stati d’animo quando viviamo la nostra quotidianità?

Daniel (mio amico ahahah) ha utilizzato il “metodo della ricostruzione giornaliera”. In pratica, per aumentare questo senso di consapevolezza emotiva, ha chiesto ai partecipanti di tenere una sorta di diario delle attività giornaliere. Le persone sono state invitate a descrivere le attività fatte il giorno prima, le persone incontrate, i posti visitati, i compiti svolti…  esprimendo, accanto ad ogni evento, un voto sul proprio stato d’animo.

I risultati, chiaramente, sono moooolto interessanti. Stare in compagnia della propria famiglia e passare del tempo con gli amici sono state indicate come alcune tra le attività più piacevoli. Sembra quasi un dato banale, ma la riflessione è più ampia. Fare shopping, effettuare il tragitto da casa al lavoro le attività più spiacevoli. Ecco… fare shopping attività spiacevole… questo è meno ovvio.

Alla base dell’interpretazione dei dati della ricerca di Kahneman vi è la riflessione che le cose che ci rendono felici siano lontane dall’ambito economico-produttivo: fare shopping prevede una spesa economica, lavorare rientra nella parte produttiva della nostra vita… quindi entrambi gli eventi sono stati considerati dai partecipanti come poco piacevoli.

Se vuoi essere felice, in pratica, devi investire in relazioni intime! Cerca di focalizzarti sulle attività che ti fanno più felice nel momento esatto in cui le vivi, e cerca di dare, a questi eventi, un ruolo ed un valore sempre più centrale nella tua vita. Condividi del tempo e delle esperienze con gli amici, non isolarti! Insomma più spritz e meno shopping 😉

Cosa ne pensi? Quanto riesci ad essere consapevole degli stati d’animo che provi nelle situazioni giornaliere che vivi? Cosa vuole dire per te essere felici? Cosa ti dà gioia?

Da domani tutti con il quadernino delle attività, pronti a riflettere e a valutare le nostre esperienze 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...