Stress da rientro? Come organizzare il tuo lavoro al meglio: cosa mi ha insegnato il trekking

Hai mille cose da fare, sono tutte urgentissime e non sai da quale iniziare? Qual è il miglior modo per gestire tutte le attività che hai posticipato a settembre?

» Prendi il tempo necessario per organizzarti!

Una delle strategie più efficaci per imparare a gestire il proprio tempo è quella di creare una buona programmazione: per risparmiare tempo bisogna prendere tempo.
Per vincere lo stress da rientro, cercando di non perdersi tra gli impegni in partenza, trovo molto utile un consiglio che seguo durante le mie avventure di trekking in alta montagna (letto su una piccola guida alla sopravvivenza): “se ti perdi STOP!
Percorro itinerari generalmente segnati da linee bianche e rosse in punti di snodo o da “montagnette” di sassi, create e messe in evidenza da escursionisti passati di lì, che aiutano a trovare il sentiero quando il percorso diventa complesso e poco visibile. A volte è davvero poco visibile.

gestione lavoro, trekking.jpg

Monte Confinale (Gruppo Ortles-Cevedale Alpi Retiche meridionali)

Il modo migliore per non farsi prendere dal panico e riuscire a trovare la strada è fermarsi. Prendere un momento per guardarsi intorno, osservare quello che ti circonda, rendersi conto di dove si è e dove si desidera arrivare.
L’acronimo STOP riassume quali comportamenti è preferibile adottare se ti trovi in difficoltà o ti perdi in alta montagna. Un insieme di azioni che trovo molto utili nella gestione del lavoro, quando sento che gli impegni da organizzare iniziano a essere onerosi e numerosi.

S Sit down (siediti)

T Think (pensa)

O Observe (osserva)

P Proceed (procedi)

  • Siediti: fermati. Quando pensi di avere troppe cose da fare da non avere idea di dove iniziare, quando ti senti sopraffatto dagli impegni in partenza è possibile che ansia e paura di non farcela accompagnino le tue riflessioni. Queste emozioni sono estremamente invalidanti: tendono a bloccarti, non ti permettono di avere una chiara visione del “da farsi” e tendenzialmente motivazione e voglia di fare vengono meno, lasciando spazio a scarso interesse e poco entusiasmo e a una pessima organizzazione delle tue giornate. Fermati e stabilisci il tuo punto zero: da qui massima concentrazione.
  • Pensa: fai una lista di cose da fare. Può capitare che sei preoccupato perché pensi di avere moltissime cose da fare e magari non sai bene nemmeno tu quali: fai chiarezza. Il tempo speso per una buona programmazione lo recuperi agilmente nella realizzazione ordinata delle tue attività. Cerca di essere quanto più possibile preciso nell’elencare compiti e attività che devi portare a termine, specificando il tempo che credi ti serva e se sono coinvolte altre persone.
  • Osserva: organizza le attività a seconda delle tue priorità. Quali sono le cose urgenti? A quali è meglio dedicare più attenzione? Quali puoi delegare? (pensaci bene, qualcosa c’è di sicuro!)
  • Procedi: crea un piano di azione. Scegli la tua meta. Concentrati su un obiettivo alla volta, che sia concreto e misurabile. Chiarisciti i benefici che avrai quando lo raggiungi: questo ti aiuterà a mantenere alta la motivazione all’azione. Identifica ostacoli e difficoltà che potresti incontrare e qualche idea per superarle.

Organizzare il proprio lavoro significa concentrarsi per dare il giusto peso e valore alle nostre attività, anche quelle impreviste, avendo sempre chiaro il punto di arrivo e definendo al meglio il tragitto per raggiungerlo ottimizzando le risorse in base a priorità e bisogni.

Una risposta a "Stress da rientro? Come organizzare il tuo lavoro al meglio: cosa mi ha insegnato il trekking"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...