*Se non le cerchi non le vedi*

É il mio mantra per gestire la paura da bisce, vipere, ratere, scorzoni, boa, pitoni e qualsiasi cosa che strisci. Ho diversi mantra, dipende dalle situazioni! Mi piace sfidare mente e corpo in alta montagna. Mi ricarico nei boschi di zona con lunghe passeggiate con Priscilla. C’è solo un problema. I serpenti. La paura può diventare limitante. Può anche trasformarsi in panico. É fondamentale trovare il modo per gestirla e superarla. La paura ha un grande potere: se ben gestita ci permette di agire con cautela, in alternativa rimpicciolisce il nostro mondo. Non ho mai evitato il bosco. E non senza sforzi! La mia paura mi fa agire con la massima attenzione. Indosso scarponcini, porto con me un bastone (o racchette da trekking), per generare quante più vibrazioni posso segnalando la mia presenza in un territorio dove non dimentico di essere ospite. Cammino guardando dritto davanti a me e ripeto il mio mantra a volte nella testa altre quasi urlando, quando sento rumori ambigui ai lati del sentiero. Canto, quando ne sento la necessità, per concentrare la mia attenzione sulle parole della canzone e non permettere alle mie paure di gestire la mia testa. Poi beh a volte gli imprevisti accadono. Però non mi fermano. Allungo il tragitto e ci giro intorno. Che meraviglia il bosco! Che profumi! Che colori!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *